Ordinamento colturale

Ordinamento colturale

L'ordinamento colturale prevede l'alternanza di colture sulla base delle asportazioni\apporti\residui colturali e dei fenomeni di incompatibilità tra diverse specie che si seguono sullo stesso terreno. L'azienda De Martino cerca inoltre di migliorare la struttura e la fertilità dei terreni, applicando sovescio di leguminose e cereali (favino e sorgo).

I terreni, inoltre, sono sottoposti a solarizzazione una volta ogni 2 anni, questo permette di tenere sotto controllo i parassiti e i patogeni dannosi.

Questa pratica ha una valenza fondamentale, in quanto non solo è eco-sostenibile ma ha permesso nel corso di un decennio di abbattere significativamente i costi di geo-disinfezione.

La difesa

La difesa

Oggi l'azienda basa la difesa delle colture sui principi della “lotta integrata”, un modello gestionale che permette di ottenere alimenti sani, mediante il giusto impiego di prodotti biologici e di sintesi qualora siano richiesti.

La lotta inizia con la prevenzione del danno: cioè mediante tutte quelle pratiche agronomiche che migliorano la biodiversità delle zone interne e marginali dell'azienda (siepi, inerbimento, viali alberati) e consentono di ottenere un'area che funge da tampone verso i patogeni e gli agenti di danno. Gli interventi colturali prevedono in primis l'impiego di prodotti biologici e solo se necessario l'utilizzo di quelli chimici, previsti dal disciplinare regionale.